Lampade orientali per una casa etnica

In questo articolo analizzeremo due mondi in contrapposizione tra loro, lo stile nipponico giapponese e quello esotico marocchino, parleremo di arredo e di lampade orientali.

Il desiderio di scoprire luoghi lontani nel mondo è una tendenza sempre più diffusa negli ultimi anni. Il fascino di una parte del globo attraente e poco nota si sposa idealmente con la tendenza di arredare casa in stile etnico, magari decorandola con oggetti raccolti dai nostri viaggi.

Quando parliamo di design etnico, si prendono in considerazione tantissime culture differenti. Quindi prima di arredare casa è consigliabile identificarsi in uno stile preciso, evitando così di trasformarla in un bazar.

Il mondo dell’estremo oriente, che comprende Cina, Giappone, Thailandia e Corea del sud, è l’ideale per chi ama uno stile minimal ed elegante.

L’Africa, invece, ci ha regalato colori accesi e geometrie simboliche. Caratterizzato da uno stile decorativo tribale, prendere spunto da questa affascinate cultura può risultare estremamente stimolante.

In mezzo tra questi due mondi così diversi troviamo il medio oriente, che sintetizza eleganza e calore con grande armonia. Egitto, Siria, Marocco, Turchia e tutto il mondo arabo sono testimoni di carattere anche negli arredi e nell’oggettistica.

 

Come trasformare il tuo appartamento in stile giapponese

Lo stile giapponese si presenta ben definito, caratterizzato da linee essenziali e combinazioni semplici, colori neutri, materiali naturali e spazi aperti, possiamo anche definirlo minimal zen. Grazie alle soluzioni salva spazio e denaro, che però, riescono a trasmettere allo stesso tempo una sensazione di pace e serenità, sta diventando uno degli stili più in voga al momento.

Stile giapponese

L’arredamento giapponese è il riflesso della ricerca di uno stile di vita formale, rigoroso e ordinato. In Italia questa tendenza che pesca da cultura e tradizione non rinuncia ad un tocco contemporaneo. Così i nostri designer cercano il perfetto incontro tra moderno e zen. Un esempio sono le lampade orientali come quelle appartenenti alla famiglia Chouchin di cui parleremo nel corso dell’articolo.

 

L’armonia zen dentro casa: quali lampade orientali scegliere

Per gli amanti del paese del sol levante, non sarà difficile prendere spunto per arredare o dare un nuovo aspetto agli spazi già esistenti.

Spesso bastano dei piccoli dettagli, per ricreare un’atmosfera zen e l’illuminazione in questo gioca un ruolo essenziale. La luce modella gli spazi, conferendo profondità e atmosfera. La lampada a sospensione orientale Chouchin, ne è l’esempio concreto. La forma, che ricorda molto le tradizionali lanterne di carta giapponesi, ci permette, se posizionata bene, di estendere lo spazio dando l’impressione di avere ambienti più ampi. Valorizza allo stesso tempo mensole, nicchie, armadi e scaffali.

Questo lampadario moderno è realizzato in vetro dipinto, il design fluido e i contorni morbidi esprimono sobrietà e modernità. La luminosità del vetro esalta le linee zen e pure di Chouchin e ne mostra il grande valore decorativo. Si tratta di una lampada a sospensione orientale ideale su una tavola da pranzo, un piano di lavoro, un bar. La collezione Chouchin comprende tre modelli di dimensioni e colori diversi con i quali si possono creare splendide composizioni grafiche.

lampada orientale

Il rispetto per la natura è un concetto cardine della filosofia zen e della cultura giapponese. Dunque la natura stessa può diventare parte integrante della casa. Si possono valutare le pianti tradizionali quali i bonsai, oppure l’utilizzo di materiali come il bambù, anche se, in verità, andrebbe bene qualsiasi pianta, purché possa contare sulla presenza di un verde intenso.

 

Motivazioni e tradizioni: l’importanza degli spazi luminosi e le lampade orientali

Dobbiamo fare una premessa, a causa dell’affollamento nelle città metropolitane in Giappone e la relativa scarsità di terreni edificabili, i prezzi per acquistare una casa sono saliti alle stelle, soprattutto a Tokio che risulta ad oggi la città più popolata al mondo. Questo ha portato sempre più persone ad adattarsi a piccoli appartamenti, cercando di non abbandonare il tipico stile d’arrendo che al contrario va in loro soccorso.

I vantaggi di arredare una casa in stile giapponese

Non c’è da stupirsi quindi del successo che ha trovato anche in Europa e in America, infatti i vantaggi di ristrutturare o arredare una casa in stile giapponese sono molteplici. Sicuramente l’unicità di questo design, vi garantirà un impatto estetico molto particolare. Niente a che vedere con quello che si vede in giro. Ci regala un approccio diverso alla quotidianità, in quanto le case giapponesi in virtù di alcune caratteristiche specifiche, rappresentano l’ideale per uno stile di vita all’insegna della tranquillità. Non è costoso, e questo sicuramente è dettato dal fatto che si basa su un ideale di bellezza legato alla semplicità, molto diverso dal concetto occidentale di lusso.

Stile giapponese

Infine risulta essere estremamente comodo, grazie ad una buona gestione dello spazio che ci regala un comfort quasi ineguagliabile dalle abitazioni a cui siamo abituati.

Ora facendo un passo indietro nel tempo, possiamo constatare che, nelle case tradizionali, residenti e ospiti si sedevano e dormivano direttamente sul pavimento in tatami. La natura confortevole e resistente di questi tappetini significava che le sedie erano in realtà dei cuscini appoggiati a terra, e i letti erano futon, ovvero dei materassi sottili stesi che erano facili da riporre fuori dalla vista durante il giorno.

Questo genere di arredamento nel tempo ha preso forma in letti rialzati, ma più bassi della nostra classica rete e comodini semplici. Sopra i quali solitamente possiamo trovare una lampada da tavolo etniche, Rituals di Foscarini è un perfetto esempio di queste lampade orientali, si presenta con un tono medio, caldo e soffuso.

Rituals Foscarini

 

Lo stile mediorientale: il trucco per rendere la casa calda e accogliente

La parola d’ordine è suggestione: gli oggetti, infatti, che andranno a decorare i nostri ambienti di casa potranno essere quindi originali, ricordi presi dai nostri viaggi. Si sposano bene vasi, monili, arazzi, tessuti, lanterne, rami nodosi, candele e ciotole. Altrimenti potremmo ricorrere a delle riproduzioni di gusto etnico acquistabili nei negozi di arredo.

La cosa principale però da tenere a mente è che per emergere le principali qualità di questo stile è necessario avere la giusta illuminazione. La magia del Marocco si adatta facilmente a tanti arredamenti diversi, grazie ai suoi luccicanti colori e il suo splendore d’orato.

Stile d'arredo arabo

Il richiamo dei giusti lampadari etnici non serve solo a rendere tutto ciò visibile anche durante la notte, ma diventano i protagonisti della stanza. Una lampada etnica, oppure un’applique marocchina come può essere Harem di Ideal Lux, infatti è caratterizzata da eleganza, stile, colori sfolgoranti ed un meraviglioso equilibrio tra trafori e ornamenti.

lampade orientali

di Ideal Lux, invece, è un esempio di lampadario marocchino progettato per attirare l’attenzione, grazie alle decorazioni incise nel metallo creano un’atmosfera magica e un emozionante gioco di luci e ombre. Caratterizzato da colori forti, che esprimono gioia, esotismo e voglia di vivere, questo stile si sposa bene con toni caldi e terrosi, come il marrone, il beige, l’arancio e tutto ciò che può ricordare la sabbia. Gli elementi metallici in bronzo, oro o rame antico aiutano a creare un effetto raggiante. Dominano la scena, invece, il blu zaffiro o il rosso rubino.

lampade orientali