Progetto illuminotecnico aree esterne e giardino

L’illuminazione degli spazi esterni: un caso pratico

Gli spazi esterni di un’abitazione rivestono un ruolo importante e una corretta illuminazione lo è altrettanto. Un compito non certo facile da eseguire, specialmente se si desidera ottenere un risultato che rispecchia le proprie aspettative.

Si, perché una cosa è piazzare qualche faretto qua e là, un’altra è progettare l’illuminazione. La luce va gestita con criterio per ottenere un’illuminazione che sia efficace, in primo luogo funzionale, ma soprattutto tale da rende l’ambiente piacevole da vivere.

In ballo ci sono tanti elementi da considerare. Ad esempio una luce troppo forte potrebbe portare a conseguenze negative come attirare insetti o risultare abbagliante e fastidiosa. Pertanto è opportuno configurare l’illuminazione in base alle caratteristiche del luogo.

Scopriamo insieme e attraverso un caso pratico di un nostro cliente come affrontare le problematiche principali di un progetto di illuminazione per esterni.

Progetto illuminotecnico: Le richieste del cliente

Il sig. Giampiero ci ha scritto per richiederci consigli circa gli apparecchi da impiegare per l’illuminazione del muro di recinzione del suo giardino. Il muro in questione si sviluppa su una lunghezza di 25 metri e tra il muro e il fabbricato la larghezza varia da 1 a 2 metri. Egli sostiene di voler illuminare il passaggio fino a  60/70 cm di distanza dal faretto.

La soluzione individuata dal nostro cliente, tramite ricerca sul nostro sito è un faretto da incasso con le seguenti caratteristiche:

  • Tipologia: segnapasso per esterni
  • Forma: rettangolare 233x100cm
  • Applicazione: incasso
  • Sorgente : LED
  • Watt: 5W
  • Lumen: 50
  • Colore: 3000K (Bianco Caldo)
  • Ottica: Diffusa
  • CRI: 80%
  • Gradi protezione: IP54

A tal proposito il cliente ci ha posto i seguenti quesiti:

  • il faretto in questione è indicato per la soluzione che cerco?
  • illumina a sufficienza per arrivare a quella distanza?
  • è possibile averlo con luce bianca fredda?
  • a che altezza dal pavimento e a che distanza l’uno dall’altro dovrei installarli per ottenere quanto sopra?
  • quanti faretti mi servirebbero?
  • hanno un loro alimentatore o possono essere collegati e gestiti tutti da una classica centralina?

Conclude la sua email confidandoci che è disponibile a valutare altri modelli di faretti purché non superino la cifra di 40 euro ciascuno.

 

Progetto illuminotecnico

Progetto illuminotecnico

Progetto illuminotecnico

Progetto illuminotecnico

Schema planimetrico ambienti  esterni

Come si può osservare dall’immagine, l’abitazione del nostro cliente possiede un percorso esterno stretto e lungo (contrassegnato da linee nere) che si estende ai lati dell’edificio (contrassegnato da linee rosse) con due accessi che necessitano di requisiti minimi di illuminazione durante il periodo notturno.

Progetto illuminotecnico

Realizzare un progetto illuminotecnico significa studiare una soluzione che permetta le migliori condizioni di illuminazione in un ambiente, sia esso esterno o interno, sulla base delle sue caratteristiche fisiche e funzionali. Progettare l’illuminazione quindi comporta la scelta degli apparecchi illuminanti da predisporre con considerazioni riguardo il numero, la tipologia e la posizione.

Progetto illuminotecnico: Obiettivi progettuali

Abbiamo sviluppato il progetto di illuminotecnica seguendo le indicazione del cliente, utilizzando il faretto indicato e rendendoci conto che l’illuminazione generata da tale apparecchio era insufficiente e inadeguata.

Di conseguenza sono state prospettate al cliente altre soluzioni: due proposte progettuali con l’obiettivo di assolvere alla funzione di illuminazione minima di sicurezza e quella di fruibilità visiva ottimale dall’area interessata.

Il progetto globale di illuminazione consta pertanto di tre soluzioni principali formulate con l’impiego di tre apparecchi con caratteristiche differenti. Ciascun progetto prevede 11 apparecchi posizionati lungo il muro di recinzione ad un’altezza di 70 cm.

 

Progetto illuminotecnico: Le Soluzioni tecniche e qualitative

Il nostro ufficio tecnico ha realizzato il calcolo illuminotecnico delle tre proposte mediante un apposito software in grado di simulare le condizioni di illuminamento in un determinato spazio. Uno strumento essenziale, grazie al quale si riesce a capire in anticipo come si comporta la luce nell’area di interesse, ma soprattutto permette di verificarne la distribuzione e l’abbagliamento. Il risultato sono immagini in 3D che mostrano prima che l’impianto di illuminazione sia realizzato come sarà l’illuminazione, in questo caso della zona esterna indicata dal cliente, sia in termini di quantità della luce sia di effetto estetico.

Per realizzare il progetto illuminotecnico del cliente il nostro ufficio tecnico ha tenuto in considerazione alcune grandezze fotometriche in rapporto alla caratteristiche dell’ambiente esterno considerato. Tra cui: il flusso luminoso, il livello di illuminamento, la luminanza, l’intensità luminosa, la distribuzione della luce, la resa cromatica e la temperatura della luce.

TipologiaFormaApplicazioneSorgenteWattLumenColoreOtticaCRIIP
ASegnapassorettangolareIncasso a pareteLED5W50 lux3000K (Bianco Caldo)Diffusa80%54
BAppliquerettangolareA pareteLED7W1938 lux4000K (Bianco Naturale)Diffusa80%65
CSegnapassoquadratoIncasso a paretepowerLED4W532 lux 5000K (Bianco Freddo)70°80%65


Caratteristiche degli apparecchi

 

Progetto illuminotecnico

Analisi dei flussi luminosi

 

Proposta A – Progetto realizzato in base alla proposta del cliente

Per la proposta A è stato utilizzato il faretto segnapasso ad incasso scelto dal cliente. Tale apparecchio risulta non adeguato all’area da illuminare in quanto sviluppa soltanto 50 lumen. Per pareggiare la resa luminosa delle altre proposte si necessiterebbero di 44 faretti del tipo selezionato.

Progetto illuminotecnico

Proposta B – Progetto proposto utilizzando un’applique con ottica diffusa

Per la proposta B abbiamo scelto un’applique da parete con ottica diffusa. Dal punto di vista del flusso luminoso questa è la lampada che possiede una resa maggiore. Come si può notare la luce si propaga uniformemente in tutta l’area illuminandola quasi del tutto.

Proposta C – Progetto proposto utilizzando un faretto ad ottica da 70°

Per la proposta  C  è stato scelto un segnapasso ad incasso con ottica di 70° e come si può notare ha una buona resa luminosa su tutta l’area. Anche se l’illuminazione risulta più concentrata in alcuni punti rispetto alla lampada della proposta B, riesce comunque a offrire una buona illuminazione di tutta l’area.

Valutazione proposte

In generale la scelta della luce LED è una prerogativa di qualsiasi progetto di illuminazione per i numerosi vantaggi sia tecnici che di gestione. Gli apparecchi di illuminazione LED hanno raggiunto un livello di efficienza luminosa tale da costituire un beneficio rilevante consentendo di valorizzare gli ambienti esterni a costi di gestione pressoché dimezzati, a parità di intensità luminosa, rispetto ad apparecchi tradizionali.

Questa tecnologia consente di scegliere tra gli aspetti caratteristici che determinano la qualità della luce.  Infatti fattori come la resa cromatica e la temperatura di colore possono essere selezionati accuratamente e in base alle proprie esigenze.

La valutazione comparativa ante intervento delle tre proposte porta a preferire la proposta B in quanto la zona risulta adeguatamente illuminata. Diversamente, la proposta C e A risultano meno preformanti.

 

Richiedi consulenza illuminotecnica per il tuo progetto!